CLAPPER CON NE555

NE555   Schema di un Clapper che Utilizza un NE555 per Temporizzare l’Accensione di un LED o Luce tramite il Battito delle Mani…

 

 

 

 




 

INTRO

Il clapper è un sistema molto usato per accendere le luci senza premere nessun pulsante, basta un rumore acuto, come il battito delle mani per accendere la lampadina.

In questo schema viene utilizzato un integrato NE555 in modo tale da temporizzare l’accensione del LED o della LUCE, ovvero dopo il battito di mani la luce si accenderà e rimarrà accesa per un tempo che dipende dai componenti nello schema.

Lo schema è presentato nella versione con LED a bassa potenza in uscita (massimo 25mA)  e nella versione con relè, in modo tale da connettere anche una lampada a 230V. Per quanto riguarda i LED per avere più potenza se ne possono connettere fino a 3 in serie, oppure si può usare uno switch logico controllato dall’integrato NE555 che accende i LED a potenza maggiore.

Lo schema permette la regolazione della sensibilità in modo tale da catturare al meglio il suono e inoltre permette la regolazione del tempo di accensione. Queste funzioni rendono perfetto lo schema in ambienti come scale o altri posti di passaggio dove la luce deve rimanere accesa solo per alcuni periodi e si vuole evitare l’uso di interruttori.
 




 

SCHEMA

Vi sono due diversi schemi, la prima versione permette l’accensione di alcuni LED a bassa potenza, la seconda invece serve per accendere qualsiasi tipo di carico, da LED a bassa potenza e lampade ad incandescenza a 230V.

Il primo schema è il seguente:

NE555

Il microfono è di tipo passivo ma ha un verso di connessione, il terminale negativo va connesso alla resistenza R1 che a sua volta è connessa alla massa, polarizzando il microfono. C2 filtra i rumori ad alta frequenza captati dal microfono mentre il transistor Q1 e Q2 amplificano questi segnali. In particolare Q2 è un amplificatore a guadagno variabile, questo grazie a R4, variando il suo valore si varia l’amplificazione.

Il picco di tensione creato dal battimano viene inviato al pin 2 dell’integrato NE555, questo pin è il pin di trigger e avvia la funzione bistabile del circuito con NE555. Essendo un monostabile l’uscita dell’NE555 può essere o a GND o a VDD e sarà a VDD quando arriva il picco di tensione sul pin 2 mentre andrà a GND dopo un tempo t dal picco. Il tempo di accensione dell’uscita dipende da R5 e C3 secondo la seguente legge:

t = 1.1 x C3 x R5 [s]  -> t(seguente schema) = 1.1 x 220 x 10^(-6) x 47 x 10^(3) = 1.1 x 220 x 47 x 0.001 = 11.3s

Quindi dopo il battito di mani il LED in uscita (che è in serie alla resistenza R6 di protezione, rimarrà acceso per 11.3s circa. Il secondo schema ha come uscita un relè, in modo tale da connettere carichi di varia potenza e tensione:

NE555

In questo caso l’uscita dell’integrato NE555 pilota un transistor BC547 che va ad accendere e spegnere la bobina del relè aprendo e chiudendo il contatto. R12 è una resistenza di protezione per avere la corrente di base tale da accendere il transistor senza bruciarlo. Il relè deve avere i contatti di uscita di potenza opportuna per pilotare il carico.

Lo schema montato su breadboard è il seguente:

NE555
 

DOWNLOAD

Potete scaricare la simulazione del circuito con MULTISIM14 al seguente LINK!!!




 

571 Visite totali 8 Visite di oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *