MODULO RADIO MX-05V e MX-FS-03V

NE555   Breve Tutorial sui Moduli Radio Trasmittente MX-05V e Ricevente MX-FS-03V Descrivendoli e Illustrando la Trasmissione Dati…


 
 
 
 




 

INTRO

In commercio, per meno di un euro, si può trovare il modulo radio marchiato con la sigla MX-05V per il trasmettitore e MX-FS-03V per il ricevitore.

Essi sono usati per telecomandi, per controllare cancelli elettrici, allarmi e per qualsiasi controllo automatico.

Il trasmettitore funziona con una frequenza di 433MHz e con una modulazione ASK, ovvero Amplitude Shift Key ovvero una modulazione di ampiezza in cui la portante è al massimo valore se si ha un 1 logico mentre non vi è portate se vi è uno 0 logico.

I moduli hanno il seguente aspetto:

NE555

Quello quadrato con tre pin è il trasmettitore mentre quello rettangolare con 4 pin è il ricevitore.
 




 
CARATTERISTICHE

Il modulo trasmittente si presenta con tre pin, due per l’alimentazione che sono contraddistinti con VCC e GND ovvero rispettivamente positivo e massa e il terzo pin indicato con DATA che è l’ingresso del segnale da inviare.

Il modulo ricevente come detto prima, ha 4 pin, due per l’alimentazione, uguali a quelli del trasmettitore, mentre due pin sono per il dato ricevuto e sono i pin centrali dei 4 pin, sono internamente cortocircuitati.

Le caratteristiche elettriche del trasmettitore sono:

  • Distanza di trasmissione: 20-200m
  • Tensione alimentazione: 3.5V-12V
  • Velocità trasmissione: 4kbit/s
  • Potenza di trasmissione: 10mW

La distanza di trasmissione dipende fortemente dalla tensione di alimentazione, infatti si considerano 20m con 3.5V e 200m con 12V senza antenna esterna. La tensione di alimentazione deve essere nel range 3.5V-12V per evitare che si bruci o che non funzioni. La velocità massima di trasmissione è 4k bit al secondo. La potenza di trasmissione è 10mW con alimentazione a 5V mentre aumenta se si aumenta la tensione di alimentazione.

Le caratteristiche elettriche del ricevitore sono:

  • Sensibilità: -150dB
  • Tensione alimentazione: 5V
  • Corrente assorbita: 4mA

Per quanto riguarda la trasmissione questo modulo presenta un piccolo problemino. Se non si ha nessun dato sul trasmettitore, oppure un dato è a livello logico alto o basso per troppo tempo, il ricevitore inizia a captare rumore e crea commutazioni non esistenti sul segnale ricevuto.

Questo problema viene eliminato con un firmware per il microcontrollore o un circuito con una certa intelligenza in grado di eliminare i disturbi.

In particolari si trasmette il segnale usando un segnale PWM, ovvero si inviano informazioni facendo variare il tempo di on e di off, il ricevitore misura il tempo di on o di off e capta le informazioni. La frequenza massima del segnale PWM e 4KHz.

L’altra modalità è quella di utilizzare la codifica Manchester grazie alla libreria presente in Mikroc oppure la libreria Onewire.

In particolare la codifica Manchester evita completamente il problema delle commutazioni dovute ai disturbi, inoltre in MIKROC vi è un esempio di connessione.

 

ANTENNA ESTERNA

Il modulo all’acquisto non presenta nessuna antenna esterna. Il range 20-200m è riferito al modulo senza antenna, aggiungendone una appropriata si può raddoppiare circa il range, ovvero avere 40m con alimentazione 3.5V e 400m con alimentazione a 12V.

NE555

Le antenne sono uguali identiche, filiformi, costituite da un filo di rame smaltato. Qualsiasi filo va bene e di qualsiasi diametro anche, la cosa importante è la lunghezza. In particolare considerando un quarto della lunghezza d’onda la lunghezza deve essere 17cm. In alcune foto si vede un antenna di 17cm avvolta per ridurre lo spazio, ma per massimizzare la distanza di trasmissione è meglio avere le antenne distese e tutte e due con stessa orientazione (verticale o orizzontale).





 

1482 Visite totali 2 Visite di oggi
MODULO RADIO MX-05V e MX-FS-03V ultima modifica: 2017-01-29T21:30:34+00:00 da ne555

2 pensieri su “MODULO RADIO MX-05V e MX-FS-03V

  1. Grazie della presentazione di questo prodotto. Potresti aggiungere anche la descrizione dell’aggiornamento del firmware del PIC?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *