REGOLATORE VOLUME AUDIO DIGITALE

NE555   Schema per Aumentare o Diminuire il Volume di un Segnale Audio in Funzione di un Segnale Digitale a 5 Bit…

 

 

 

 




 

INTRO

Nei moderni apparecchi audio, i classici potenziometri resistivi per variare il volume, sono quasi del tutto spariti. Essi sono stati sostituiti da encoder ottici, pulsanti o telecomandi a distanza che fornisco ad un sistema di controllo un segnale in digitale. Serve quindi un sistema che trasformi un segnale digitale in una variazione di resistenza in modo tale da poter regolare il volume a partire da questo segnale digitale.

Il seguente schema realizza grazie a 12 resistenze e due multiplexer, una resistenza variabile controllata da 5 bit più un bit di abilitazione. Questa resistenza variabile, usata in un partitore resistivo permette di avere una attenuazione regolabile del segnale.

Usando 5 bit si hanno 32 possibili livelli di segnale diversi, partendo da 0V fino ad un massimo di 0.98 volte il segnale con un passo raddoppia ogni volta, ovvero:

NE555

Dove H rappresenta un livello logico alto e L un livello logico basso. Quando Enable è a livello logico alto l’uscita sarà sempre a 0 per qualsiasi variazione dei bit da B0 a B4. Nella tabella sono riportati sono solo 6 combinazioni, quelle intermedie creano un livello di tensione in uscita sempre doppia di quella precedente, ovvero la precedente uscita ad esempio è 0.040Vin, la combinazione successiva darà 0.080Vin, poi 0.160Vin, poi 0.320Vin e coì via fino a 0.980Vin.

Non è possibile con questo sistema amplificare il segnale.

 




 

SCHEMA

Lo schema è il seguente:

NE555

Il segnale di ingresso entra dalle boccole denominate “Audio IN” e viene connesso alle 12 resistenze. Le 12 resistenze sono di valore una la metà dell’altra circa, partendo da 2.2Mohm, poi 1Mohm, 470Kohm, 220Kohm, 100Kohm, 47Kohm, 22Kohm, 10Kohm, 4.7Kohm, 2.2Kohm, 1Kohm e infine 470 ohm.

Essendo le resistenze una la metà dell’altra ad ogni variazione del codice digitale la variazione della tensione di uscita ha un fattore 2.

L’alimentazione può andare da 5V fino ad un massimo di 15V stabilizzati, con assorbimento massimo di 5mA. Il positivo della tensione è connessa ai pin 16 mentre il negativo o GND è connesso ai pin 8 e 9. Se si usano 5V il minimo valore riconosciuto come segnale alto è 3.5V, se si usano 10V invece 7V mentre con una alimentazione di 15V il livello alto è riconosciuto se la tensione del bit supera gli 11V. Non si può quindi usare una alimentazione a 15V per i multiplexer ed usare livelli di tensione 0-5V per i bit.

R13 forma il partitore resistivo insieme alla resistenza variabile.

NE555

Infine si può mettere un LED con in serie una resistenza di protezione (2.2Kohm se il led è a bassa potenza e l’alimentazione è 5V) tra il positivo e il negativo della alimentazione come spia di accensione.

 

DOWNLOAD

Potete scaricare la simulazione del circuito con MULTISIM14 al seguente LINK!!!




 

3018 Visite totali 17 Visite di oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *