TEMPORIZZATORE CON NE555

NE555   Schema Temporizzatore con NE555 con Tempi da 6 Ore a 15ms per Accensione e Spegnimento Temporizzati…

 

 

 

 




 

INTRO

IL seguente schema utilizza due elementi molto comuni, un NE555 e un contatore a 12bit per realizzare un temporizzatore che permette di temporizzare il periodo di spegnimento e il periodo di accensione. L’integrato NE555 viene utilizzato per generare il segnale di clock con periodo da un minimo di 15ms ad un massimo di 6s.

Il contatore a 12bit viene usato per aumentare la durata dei tempi, inoltre cambiando l’uscita del contatore è possibile variare il tempo di accensione e spegnimento. Sostituendo i componenti del generatore di clock è possibile inoltre variare i tempi ed è inoltre possibile variare i tempi mentre il circuito funziona grazie a uno switch e una resistenza variabile.

 




 

SCHEMA

Lo schema è il seguente:

NE555

La tensione di alimentazione è 12V continui e filtrati con una corrente assorbita di circa 100mA che dipende fortemente dal relè usato. Il circuito potrebbe funzionare a 5V se si usa un relè a 5V.

L’integrato NE555 è in configurazione astabile con la frequenza che dipende da R2, R3, C1 o C2 visto che può essere selezionato C1 o C2. Il periodo del clock è dato da (t = 1.4 x (R2+R3) x C) dove R2 + R3 è la somma della resistenza fissa e della resistenza del potenziometro e C è il valore di capacità selezionato mentre 1.4 è una costante. Con questa formula si ottengono circa 6.5 secondi quando C1 è selezionato e R3 è al massimo della sua resistenza.

Lo schema montato su breadboard di prova è il seguente:

Cambiando C1 e C2 con resistenze da 470uF e 4.7uF è possibile ottenere un minimo di 0.3s ad un massimo di 65 secondi circa, ottenendo una temporizzazione massima di 60 ore.

Il segnale di clock in uscita dal pin 3 dell’integrato NE555 giunge al clock del contatore. Si può scegliere qualsiasi uscita del contatore. Supponiamo che il clock abbia un periodo di 6 secondi. Se R5 è connesso a O0 il relè si accende e si spegne ogni secondo, se connesso a O1 invece ogni 2, poi ogni 4, 8, 16, 32, 64, 128, 256, 512, 1024, 2048 e infine ogni 4096 secondi.

NE555

D2 viene usato per resettare il contatore. Supponiamo R5 connesso a O7, il relè si attiverà ogni 256 secondi, se invece D2 è connesso a O0 l’accensione dura solo 1 secondo, se connesso a O1 durerà 2 secondi, mentre se connesso alle successive si avranno tempi di accensione di 4, 8, 16, 32, 64 e 128 secondi.

Quindi variando i componenti e le connessioni del contatore è possibile avere diversi tempi di accensione e spegnimento, solo che l’accensione al massimo è la metà dello spegnimento. Connettendo D2 all’uscita del contatore dove vi è connesso R5 o annullando D2 eliminandolo i tempi di accensione e spegnimento sono gli stessi.

Infine il segnale di temporizzazione tramite R5 giunge ad un transistor che accende un relè che attiva il contatto in uscita in modo tale da connettere qualsiasi tensione si voglia. D1 è un diodo di ricircolo.

 

DOWNLOAD

Potete scaricare la simulazione del circuito con MULTISIM14 al seguente LINK!!!




 

1638 Visite totali 13 Visite di oggi
TEMPORIZZATORE CON NE555 ultima modifica: 2017-06-14T15:07:48+00:00 da ne555

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *